BACOLI – Infilano un grosso petardo nella recinzione e accendono la miccia. Poi lo scoppio devastante che ha svegliato i cittadini di un quartiere di Bacoli. I pezzi di cemento volano tra le case: danneggiata una Fiat 500 nuova e il muretto di un’abitazione del Fusaro.

via Giulio Cesare

NOTTE INSONNE – I teppisti si sono messi all’opera all’una e trenta circa della notte scorsa, nella frazione bacolese del Fusaro a via Giulio Cesare. Si sono procurati i petardi e, sotto la pioggia, li hanno infilati in uno spazio della recinzione di una casa. Dopo aver dato fuoco alla miccia, hanno atteso il botto.

QUANTI DANNI – I pezzi di cemento, mandati in frantumi dall’esplosione, hanno danneggiato il muro di recinzione di un’abitazione, lanciando pezzi di cemento in tutto il giardino. Alcuni di questi sono finiti contro l’automobile parcheggiata vicino. A farne le spese una Fiat 500 acquistata appena due mesi fa dove i pezzi di cemento hanno lasciato il segno con due botte sulla carrozzeria. Un altro pezzo è volato sul tetto “Ci siamo svegliati di soprassalto all’1.30 – spiega il proprietario dell’abitazione -. Sembrava che fosse scoppiata una bomba sotto casa. Siamo scesi in giardino a controllare, ma non c’era più nessuno. Il mattino seguente, con la luce, abbiamo visto pezzi di cemento dappertutto e i danni all’abitazione e all’auto”.

CHI PAGA? – Casa e automobile sono coperti da assicurazione. “Si sono svegliati anche tutti i vicini – aggiunge -Non abbiamo idea su chi possa esser stato a commettere un atto simile. Non voglio neanche pensare a cosa sarebbe potuto succedere se in quel momento fosse passata una persona”. Incredulità nella frazione per quanto accaduto: “Un simile fatto è senza dubbio spiacevole” – commentano alcuni residenti della zona.

ENZO LUCCI
[email protected]