GIUGLIANO – Gli agenti della Polizia di Stato del Commissariato Giugliano hanno arrestato Giulio Palma di 37 anni, e Armando Tesone, di 28 anni, responsabili in concorso del reato di tentato furto aggravato. Stanotte i poliziotti sono intervenuti a Piazza Annunziata angolo via De Gasperi dopo che la Sala Operativa aveva segnalato dei rumori sospetti di scalpellature provenienti dal vano scala di un edificio dove ha sede una banca. Quando gli agenti sono entrati nell’edificio segnalato hanno effettivamente udito dei forti rumori di scalpellature e graffiature provenienti tuttavia da un locale adiacente l’istituto di credito.

SCOPERTI – Pertanto i poliziotti sono subito entrati nel locale confinante la banca e, una volta aperta la porta di una cella frigorifero in disuso, hanno scoperto i due uomini che, con addosso tute bianche, lasciavano cadere a terra degli attrezzi e venivano bloccati. Gli agenti hanno scoperto che sulla parete confinante la banca già era stato praticato un principio di foro per una circonferenza di un metro ed una profondità di 25 centimetri. Inoltre a terra sono stati rinvenuti e sequestrati diversi attrezzi: grimaldelli, cacciaviti, tenaglie, piede di porco, una chiave a pappagallo, una paletta di ferro una radio trasmittente. Pertanto Palma e Tesone sono stati arrestati e stamane sono in attesa del giudizio direttissimo del Tribunale di Napoli Nord.