L'autore dello scippo è stato arrestato dalla Polizia

NAPOLI – Ieri pomeriggio, gli agenti del Commissariato di Polizia San Ferdinando, hanno arrestato il pluripregiudicato Cristian Mihalache, cittadino romeno di 31 anni, domiciliato presso il campo nomadi di Granturco, in quanto accusato di una tentata estorsione in concorso con un’altra persona non ancora identificata. Verso le 13.20, una cittadina romena stava passeggiando lungo Via Nazario Sauro in compagnia della figlia e di una amica, quando all’improvviso è stata scippata da parte di una ragazza in sella ad uno scooter. Quest’ultima le ha infatti strappato la borsa contenente un telefono cellulare, la carta d’identità, alcuni farmaci, le chiavi di casa e circa 800 euro in contanti e si è repentinamente allontanata.

 

LA TELEFONATA – Mentre le tre donne stavano denunciando l’accaduto in Questura, dove erano state condotte dai poliziotti intervenuti in Via Nazaro Sauro, sul telefono della figlia è arrivata una chiamata del padre. L’uomo, al momento in Romania, ha quindi riferito di aver ricevuto una telefonata di uno sconosciuto che avvisava del furto della borsa della moglie e si rendeva disponibile ad un’eventuale restituzione in cambio di denaro. Nella borsa c’era il telefono della ragazza e dalla rubrica avevano selezionato il numero del padre non immaginando che fosse in Romania. La donna ha quindi preso nota del numero ed ha chiamato. L’uomo che ha risposto ha quindi confermato il possesso della borsa e le ha dato appuntamento vicino la statua di Piazza Garibaldi.

 

L’ESTORSIONE – Insieme alle tre donne sono andati anche due poliziotti in borghese. Dopo pochi minuti sono infatti giunti sul posto due uomini. Uno dei due portava con se un sacchetto con all’interno la refurtiva subito esibita alla vittima dello scippo. A questo punto i poliziotti sono intervenuti. Il 31enne è stato bloccato, ma il complice è però riuscito a fuggire. Tutta la refurtiva è stata quindi restituita alla legittima proprietaria e Cristian Mihalache, già noto alla Polizia per i suoi numerosi precedenti penali in materia di furto e falso, nonché destinatario di un provvedimento di espulsione, è stato pertanto arrestato e subito condotto alla Casa Circondariale di Napoli – Poggioreale.