L'assessore alle Finanze del comune di Pozzuoli Teresa Stellato

RICEVIAMO e PUBBLICHIAMO – la risposta dell’assessore alle Finanze del comune di Pozzuoli Teresa Stellato alla lettera di un nostro lettore che aveva chiesto spiegazioni sul pagamento dell’ultima rata Tarsu 2012 e dell’acconto Tares entrambi fissati per il 31 luglio 2013.

 

LA RISPOSTA DELL’ASSESSORE – Gentile sig. Paolo, rispondo volentieri a lei e ad altri cittadini che hanno manifestato le stesse critiche. Il decreto che autorizza i Comuni a deliberare in merito alle scadenze degli acconti e saldi tares è stato varato il 23 aprile scorso. Il comune di Pozzuoli il 22 maggio 2013 ha approvato all’unanimità i termini di versamento della rate di acconto e saldo della Tares, la nuova imposta sui rifiuti, fissandoli al 31 luglio, 31 ottobre e 31 dicembre prossimi. Il 31 dicembre è il termine ultimo fissato dalla legge per il pagamento del tributo.

In risposta al disagio lamentato dai cittadini che al 31 luglio devono effettuare due pagamenti, uno per l’ultima rata tarsu 2012 e uno per l’acconto tares, si precisa che la sovrapposizione delle rate è dovuta essenzialmente ai tempi tecnici necessari al recapito degli avvisi. Ad ogni modo va detto e sottolineato che l’avviso della tarsu per l’anno 2012 è stato recapitato alla fine dello stesso 2012, quindi i cittadini erano perfettamente a conoscenza della scadenza dell’ultima rata. Ciononostante non poteva fissarsi una diversa scadenza del primo acconto tares (anno 2013) in quanto gli avvisi non sarebbero giunti a destinazione in tempo utile.

Inoltre le scadenze hanno tenuto conto delle altre scadenze. Solo per ricordarcelo, a giugno ci sono gli acconti delle imposte sui redditi, a settembre l’imu, ad ottobre scadrà il secondo acconto tares, a novembre il secondo acconto imposte sui redditi, a dicembre il conguaglio tares e saldo imu. Scadenze ad agosto non possono ipotizzarsi di sicuro. Come vede, quello che potrebbe sembrare assurdo e vessatorio ha una logica corretta alla base. E solo per completezza, mi piace sottolineare che finora abbiamo pagato il tributo a fronte di una città sporca e abbandonata a se stessa, mentre allo stato Pozzuoli è diventata una città pulita che si sta avviando verso traguardi lusinghieri nella raccolta differenziata (58% attuali).

La ringrazio per l’attenzione.

 

Teresa Stellato

Assessore alle finanze