In arrivo un nuovo aumento per il pedaggio per la Tangenziale

CAMPI FLEGREI – L’ ennesimo aumento del pedaggio della tangenziale di Napoli sta per diventare di nuovo realtà. L’ aumento dovrebbe scattare dal 1 gennaio 2014 e portare il pedaggio a 95 centesimi per poi arrivare nel 2015 ad 1 euro. «Sembra incredibile – denunciano il leader degli Ecorottamatori Verdi Francesco Borrelli e Gianni Simioli della “Radiazza” – ma se il Ministero competente darà l’ok, come è sempre avvenuto tutti gli anni precedenti fino al 31 dicembre 2012 ( l’ unico anno in cui l’ aumento ha riguardato esclusivamente i veicoli superiori a due assi ) il rincaro complessivo dal 2006 ad oggi sarà addirittura del 53% (da 65 a 95 centesimi) negli ultimi 7 anni. Un record senza precedenti e senza nessun riferimento all’inflazione, programmata e non. Tra l’altro la tangenziale di Napoli è l’unico asse viario interno ad una città in Europa che è a pagamento».

 

RACCOLTA FIRME CONTRO I RINCARI – Da qui la decisione dei Verdi e Simioli di lanciare una raccolta firme, con appelli e segnalazioni da inviare al Ministero a Roma: «Dobbiamo far sentire la nostra voce e chiedere al ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti di scongiurare un’ulteriore batosta che colpirebbe ancora una volta indiscriminatamente i poveri napoletani».

 

AMBULANTI AI CASELLI – Secondo gli ambientalisti, inoltre, appaiono assurde le segnalazioni che appaiono sui tabelloni della Tangenziale in cui si invitano i guidatori a non acquistare merce dai venditori abusivi ai caselli. «Invece di questi inutili avvisi – continuano Borrelli e Simioli – sarebbe necessario che la Tangenziale e le forze dell’ ordine impedissero direttamente questo ennesimo e fastidioso mercato abusivo invece di affidarsi esclusivamente ai poveri guidatori».