Sibilla Bacoli

BACOLI – Stangata da parte del Giudice Sportivo sulla Sibilla Bacoli ce in merito alla gara di domenica scorsa contro il Salerno Calcio, ha sancito la sconfitta 3-0 a tavolino a carico dei flegrei. Inoltre la società della presidente Borredon dovrà pagare una multa di mille euro “Per avere, al termine del primo tempo, persone non identificate colpito ripetutamente con calci la porta dello spogliatoio riservato agli Ufficiali di gara”.

LE SANZIONI  non finiscono qui. Il Guidice Sportivo ha inibito “a svolgere ogni attività ai sensi dell’art. 19 del C.G.S. fino al 30/01/2012 al Vice-presidente Luigi Lucci Allontanato per essere, nel corso del primo tempo, indebitamente entrato sul terreno di gioco invitando i propri calciatori a tenere comportamento non regolamentare e rivolgendo espressione gravemente offensiva all’indirizzo dell’arbitro, alla notifica del provvedimento reiterava le proteste profferendo espressioni offensive e gravemente minacciose all’indirizzo dell’arbitro e rimanendo sul terreno di gioco per oltre 5 minuti. Il medesimo, al termine del primo tempo, rivolgeva espressione gravemente minatoria all’indirizzo del direttore di gara. nuovamente frase gravemente minatorie all’indirizzo del Direttore di gara”

SQUALIFICATI PER UNA GIORNATA  i calciatori Tommaso Manzo e Pasquale Rainone

5 GIORNATE  di squalifica sono state inflitte ad Alfonsino Somma  “Allontanato per avere profferito frasi irriguardose ed offensive all’indirizzo del Direttore di gara, nel lasciare il terreno di gioco reiterava la propria condotta rivolgendo al Direttore di gara frase gravemente offensiva e minatoria”

LE REAZIONI – Non si sono fatte attendere le reazioni da parte della società flegrea che in un comunicato apparso sul sito ufficiale ha commentato quanto accaduto domenica, spiegando i “perchè” della decisione di tenere chiuso lo stadio “Chiovato” a tutti, compresi gli organi di stampa

IL VICE PRESIDENTE  della Bacoli Sibilla Flegrea, Luigi Lucci, rispettoso delle decisioni del Giudice Sportivo in merito alla gara Bacoli Sibilla Flegrea – Salerno, vuole evidenziare che la sua decisione di tenere chiuso l’impianto a tutti, compresi gli organi di stampa, aveva delle ragioni ben precise e delle previsioni che alla fine si sono verificate. Tant’è vero che alla Società Bacoli Sibilla Flegrea, è stata comminata un’ammenda di Euro 1.000 per indebita presenza di persone non identificate che alla fine del primo tempo prendevano a calci la porta dell’Ufficiale di gara, così come scritto nel Comunicato. Precisando che il direttore di gara, prima dell’inizio dell’incontro, ha preteso l’elenco ed i documenti delle persone autorizzate a stare all’ interno dell’impianto, il Vice Presidente Lucci, non si spiega il motivo dell’ammenda comminata alla Società visto che dopo l’inizio della partita, gli organi di sicurezza preposti hanno dato disposizioni di apertura dei cancelli alla stampa ed agli operatore televisivi per cui la Società non è in alcun modo reasponsabile della presenza di persone estranee all’interno dell’impianto, peraltro sfuggite anche al controllo delle Forze dell’ordine. Sperando che con questo sia finalmente conclusa la farsa dell’ultima settimana.