Il Sindaco sconfortato

POZZUOLI – Un clima rovente da “corrida” ha portato alla sospensione del primo consiglio comunale dopo meno di un’ora dall’inizio dei lavori

GREMITA – Ad affollare la sala di Palazzo “Migliaresi” al Rione Terra oltre 500 persone che hanno scandito slogan per tutta la durata del consiglio. Al centro della contestazione, pacifica ma molto rumorosa, la mancata raccolta dei rifiuti e, a detta dei contestatori il mancato impegno da parte della nuova giunta nel trovare soluzioni per arginare la crisi

FISCHI – Il consiglio è iniziato alle 19 per il ritardo di 4 consiglieri di maggioranza ( tra questi 3 della civica “Pozzuoli Futura). Fischi e slogan contro il sindaco che è stato contestato anche durante il giuramento, quando ha indossato la fascia tricolore.

L'ira dell'opposizione all'abbandono dell'aula da parte della maggioranza

CONTESTAZIONE – Prima della bagarre e della conseguente sospensione, i consiglieri dell’opposizione hanno sollevato una possibile ineleggibilità dello stesso sindaco contestandone una possibile “non dimissione” da alcuni incarichi commissariali a livello regionale

FISCHI –  assordanti hanno accompagnato ogni parola del sindaco, compreso il giuramento.

SEDUTA SOSPESA – Il consigliere Guido Iasiello facente funzione di presidente del consiglio comunale è così stato costretto a sospendere la seduta per 5 minuti, ma al rientro la sala è stata disertata da tutti i consiglieri di maggioranza. Quindi è arrivata la conseguente sospensione definitiva

ALTA TENSIONE –  Con scambio di accuse da una parte all’altra tra lo stesso Guido Iasiello e Vincenzo Figliolia al termine della seduta

Intanto per domani alle ore 13, presso il Municipio di Pozzuoli ( sede del Gruppo consiliare del Partito Democratico),
 i gruppi Consiliari del Partito Democratico, di Sinistra Ecologia e Libertà e di Città per tutti, relativamente ai lavori consiliari di oggi terranno una conferenza stampa.

GENNARO DEL GIUDICE
foto di ANGELO GRECO
[cronacaflegrea_slideshow]

IL VIDEO DELLA CONTESTAZIONE