I due sono stati arrestati mentre rubavano ruote ad un'auto

NAPOLI – Questa mattina, gli agenti dell’Ufficio Prevenzione Generale della Questura di Napoli, hanno arrestato G.D.G., 35enne di Arzano e P.V., pregiudicato 34enne di Casoria, in quanto accusati di furto aggravato continuato in concorso. I due sono stati altresì denunciati in stato di libertà per il reato di ricettazione. Verso le 6, i due ladri sono stati sorpresi da una pattuglia della Polizia mentre stavano rubando le ruote di un’autovettura in sosta lungo Via Aniello Falcone. Con un girabacchino a croce ed un crick, stavano infatti smontando la ruota posteriore di sinistra di una Ford Ka, mentre quella di destra era già stata asportata e poggiata sul marciapiede. I due sono stati quindi subito arrestati.

 

LA SCOPERTA – A pochi metri di distanza, i poliziotti hanno poi trovato la macchina di G.D.G.: una Fiat 600. All’interno c’erano degli attrezzi atti allo scasso, nonché quattro ruote di cui si è poi scoperto che erano state da poco asportate da una vicina Smart Fortwo. Gli agenti hanno inoltre scoperto che alle targhe originali dell’autovettura, erano state sovrapposte con dell’elastico delle targhe false, il tutto allo scopo di impedirne l’identificazione della 600 in quanto compendio di furto.La Fiat è stata dunque sequestrata e le ruote rubate restituite alle legittime proprietarie, due donne del posto. I mattinata i due malviventi sono stati anche processati con rito direttissimo. Il giudice li ha condannati ad un anno di reclusione con sospensione della pena. P.V. sarà altresì sottoposto all’obbligo di presentazione alla polizia giudiziaria.