POZZUOLI – Ripristinare la normalità e garantire la sicurezza. Questo lo scopo dell’operazione di bonifica condotta questa mattina dagli uffici comunali di Pozzuoli, coordinata dal vicesindaco e assessore all’Ambiente Fiorella Zabatta, in località “Le Monachelle”, dove è stata ritrovata una vera e propria baraccopoli. In questa struttura vivevano alcuni extracomunitari e senza fissa dimora. «Abbiamo ritrovato in condizioni disumane – ha spiegato il sindaco Vincenzo Figliolia – queste persone. Non è sicuro per loro vivere in quel modo, ma neanche per chi abitualmente frequenta quel luogo. Un posto che rientra, tra le altre cose, in un piano di riqualificazione che interessa l’intera fascia costiera.»

UN MACHETE – «Grazie al coordinamento del vicesindaco, la dottoressa Zabatta, agli uomini della municipale, dell’ufficio tecnico e di quello per la tutela ambientale, è stata portata avanti l’operazione di sgombero senza problemi di ordine pubblico. Abbiamo provveduto a segnalare agli uffici competenti la situazione di queste persone. Ora il tratto in questione, sottoposto alla rimozione delle baracche ritrovate, sarà oggetto di caratterizzazione dei rifiuti e di bonifica ambientale» ha concluso Figliolia. Tra i materiali portati via, gli operai della nettezza urbana hanno trovato un machete, diversi barili e oggetti da identificare.

LE FOTO