I cinque giovani sono stati tratti in salvo dagli uomini della Guardia Costiera di Pozzuoli

POZZUOLI – Erano usciti in mare per il classico bagno notturno, ma dopo essersi allontanati troppo dalla riva hanno rischiato di naufragare. A salvarli, riportandoli sull’arenile dopo diverse ore di ricerche, sono stati gli uomini della Capitaneria di Porto di Pozzuoli, diretti dal Tenente di Vascello Andrea Pellegrino. I militari, a termine una delicatissima operazione di salvataggio, hanno tratto in salvo 5 giovani allontanatisi l’altra notte a bordo di due pedalò, verosimilmente per effettuare il classico bagno notturno.  Il fatto è accaduto a due miglia al largo del litorale di Mondragone.

 

L’OPERAZIONE DI SALVATAGGIO – Dopo essersi allontanati dalla riva i giovani hanno avuto problemi nel ritornare alla costa a causa delle forti correnti a cui si aggiungeva l’oscurità, che in un secondo momento rendeva difficoltose anche le operazioni di salvataggio. Ad allertare il centro operativo dell’Autorità Marittima di Pozzuoli, era il maresciallo Giacomo Iodice della locale Autorità Marittima. Ricevuto l’SOS, venivano dislocati verso Mondragone alcune unità di transito ed una motovedetta proveniente da Ischia. Ma le avverse condizioni rendevano difficoltose le ricerche per i militari che solo dopo alcune ore riuscivano ad individuare ed a portare in salvo i giovani. Tratti in salvi, i 5 ragazzi venivano tutti  identificati e poi riconsegnati alle famiglie.