Lo stadio Tony Chiovato ancora squalificato per match di oggi

Bacoli Sibilla Flegrea: Maiellaro, Di Domenico (22’ st Infimo), Viglietti, Caputo, Russo, Alterio, Poziello, Costagliola, Giglio (41’ st Ventre), Tufano, Sabatino (35’ st Piccolo). A disp. Alcolino, Romano, D’Ascia, D’Urso. All. Carannante
Palestrina: Del Duchetto, Pralini, Pirolozzi, Salomon, Galante (40’ st Cangiano), Di Gioacchino, Deli, Dul, Melillo, Trucolo (32’ st Zaccaro), Tovalieri (25’ st Tarantino). A disp. Ludovici,. All. Carboni
Arbitro: Rossi di Rovigo
Rete: 29’ st Poziello (rig.)
Note: gara giocata sul neutro di Quarto a porte chiuse. Al 25’ pt Del Duchetto para un calcio di rigore a Giglio. Ammoniti: Sabatino (BSF); Salomon e Deli (P). Angoli: 5 a 2 per la Sibilla. Rec.: 0’ pt e 5’ st

Quarto – Vittoria doveva essere e vittoria è stata. La Sibilla torna alla vittoria battendo di misura il Palestrina e continua a sperare di agguantare i play out. Sul neutro di Quarto per la squalifica del “Chiovato”, la squadra di Carannante scende in campo al gran completo, schierando tra i pali il giovane Maiellaro, classe 1994. Pronti via e i padroni di casa cominciano subito col piglio giusto, mostrando tanta grinta e determinazione e provando da subito a sbloccare il risultato. All’11 sugli sviluppi di un angolo ci prova Poziello dalla distanza ma Del Duchetto respinge in angolo. Sul susseguente corner è Giglio a provarci d testa con la palla che si spegne di poco sul fondo. Sul versante opposto al 19’ Melillo impegna Maiellaro in una difficile deviazione in angolo.Al 25’ per un fallo di mano in area su tiro di Giglio, il direttore di gara assegna alla Sibilla il calcio di rigore. Sul dischetto si porta lo stesso Giglio ma Del Duchetto neutralizza, sulla ribattuta si avventa Sabatino che conclude di poco alto. Allo scadere è ancora Sabatino a rendersi protagonista sugli sviluppi di una angolo ma la palla termina di poco a lato Nella ripresa è sempre la Sibilla a tenere in mano l’inziativa del gioco. Al 15’ Sabatino dalla sinistra impegna Del Duchetto che respinge. I padroni di casa continuano a spingere sull’acceleratore e si rendono pericolosi con alcune incursioni di Tufano. Al 22’ si fa male Di Domenico che viene sostituito da Infimo che va a dare maggior peso al reparto avanzato Al 29’ il direttore di gara per un evidente in area ai danni di Giglio assegna ai flegrei un secondo penalty. Stavolta è Poziello ad incaricarsi della battuta e il capitano non sbaglia, trasformando con freddezza. Al triplice fischio c’è grande soddisfazione per una vittoria cercata e alla fine ampiamente meritata.

CS