Pietro Martusciello

GIUGLIANO – Ieri sera, gli agenti del Commissariato di Polizia Giugliano -Villaricca, hanno arrestato i pluripregiudicati Pietro Martusciello, 58enne di Giugliano e Antonio Molino, 45enne di Sant’Antimo, in quanto accusati del reato di concorso in sequestro di persona a scopo di rapina.

L’ASSALTO – Verso le 19, un camion con all’’interno borse di una nota griffe per un valore complessivo di 300 mila euro era stato bloccato in Via Colonne, da un’’autovettura con due persone a bordo nei pressi dell’Ufficio Postale di Giugliano. Dopo aver minacciato l’’autista, lo avevano costretto a scendere dal mezzo ed a salire a bordo di un’’altra autovettura che nel frattempo si era posizionata dietro e nella quale c’’erano altre due persone. La seconda autovettura si era poi rapidamente allontanata dal luogo dell’’agguato ed una volta raggiunta Via San Francesco a Patria, avevano scaraventato la vittima della rapina vicino ad un hotel della zona.

Antonio Molino

UTILIZZATI SISTEMI ELETTORNICI – La Polizia, avvisata dell’’accaduto, è immediatamente giunta sul posto riuscendo in pochi attimi a mettersi sulle tracce del mezzo che è stato raggiunto e fermato nei pressi della Via Appia. Antonio Molino che era al volante e Pietro Martusciello che era al suo fianco sono stati pertanto arrestati e condotti presso gli uffici del Commissariato. Nel corso di una perquisizione effettuata all’’interno della cabina del camion, i poliziotti hanno rinvenuto una valigetta di plastica arancione con all’’interno degli strumenti elettronici, verosimilmente utilizzati per disattivare il sistema di antifurto satellitare. Dopo i rilievi della polizia scientifica il camion, con tutto il suo contenuto, è stato restituito al legittimo proprietario. I due arrestati sono stati quindi condotti alla Casa Circondariale di Napoli – Poggioreale. Sono ora in corso le indagini per identificare e rintracciare i due complici.