La spiaggia di Lucrino

POZZUOLI –  Stava pescando tartufi a largo di della spiaggia di Lucrino quando ha visto la sabbia muoversi sul fondale marino. Forse Antonio, 35 anni, puteolano, pescatore di frutti di mare, è stato uno dei primi ad avvertire l’inizio dello sciame sismico. «All’improvviso ho visto la sabbia alzarsi. Era la prima volta che vedevo una cosa del genere. Poi quando sono tornato a riva intorno alle 11 mi hanno raccontato delle scosse».

CAOS –  Oltre duecento scosse che hanno fatto tremate per l’intera mattinata il territorio puteolano durante la quale si sono susseguite voci, smentite e in alcuni casi autentiche leggende. Come quella che giustificherebbe il fenomeno di ieri mattina come una diretta conseguenza della rottura della statua della Madonna Assunta avvenuta lo scorso 15 agosto durante la processione. Quell’episodio fu letto come un cattivo presagio e le scosse di ieri, per i credenti, avvalorerebbero quella tesi. Tam tam proseguito sui siti online e i social network dove sono comparse le più svariate teorie e ipotesi sulla natura del fenomeno. E dove i puteolani hanno raccontato dalle proprie abitazioni o dagli uffici le sensazioni e le paure legate ai movimenti della terra.

GENNARO DEL GIUDICE