Il pitbull ha aggredito la giovane e il suo cagnolino

SCAMPIA –  Nell’’ambito dei controlli quotidiani ad “alto impatto” nel quartiere di Scampia, stamani, determinante è stato l’’intervento di un equipaggio del Reparto Prevenzione Crimine Campania che, sotto la direzione del Commissariato di Polizia “Scampia”, stava effettuando un posto di blocco nei pressi del comparto H di Via Labriola. I poliziotti, infatti, hanno salvato una giovane donna dalla ferocia di un pitbull. La vittima stava portando al guinzaglio la sua cagnetta quando un pitbull, dopo essersi liberato da un recinto, si è avventato sull’’animale afferrandogli la gola. Inutile il tentativo della giovane donna di liberare, dalla presa del molosso, la sua cagnetta, senza essere anch’’ella aggredita.

L’INTERVENTO DEI POLIZIOTTI –  A causa dell’’irruenza e l’’aggressività del cane, che ha addentato la vittima, questa è caduta a terra, perdendo il controllo della situazione. Gli agenti, avendo udito le urla di disperazione della donna, sono prontamente intervenuti frapponendosi, con il loro corpo, tra la donna ed il cane inferocito. Così mentre un poliziotto, abilmente, è riuscito a bloccargli la bocca l’’altro, approfittando di una fune che l’’animale aveva al collo, è riuscito a immobilizzarlo allontanandolo dalla sua preda. Se gli agenti non fossero intervenuti tempestivamente, l’’episodio di cui è stata protagonista la donna, avrebbe avuto senza dubbio conseguenze ben diverse, dalle lesioni che ha, invece, riportato.

TUTTI FERITI –  I due poliziotti, a seguito delle ferite provocate dai morsi dell’’animale, rispettivamente ad una mano ed un braccio, sono stati giudicati guaribili dai sanitari con prognosi di 10 e 15 giorni. Il Pitbull è stato sequestrato dalla Polizia ed affidato al servizio veterinario dell’’Asl. Sono in corso accertamenti al fine di stabilire chi detenesse l’’animale.