Vigili in azione a "Largo Palazzine"

POZZUOLI –  Forse traditi dall’ansia e dall’agitazione, due ragazzini rom di 12 e 14 anni sono stati arrestati questa mattina dagli agenti della Municipale di Pozzuoli dopo aver rubato una motocicletta. A scoprirli un passante che questa mattina mentre si trovava nei pressi di Largo Palazzine, notava i due che con fare sospetto stavano tentando di mettere in moto una grossa motocicletta. L’uomo, insospettitosi da quell’atteggiamento, allertava alcuni agenti che giunti sul posto bloccavano i due ragazzini. A quel punto partivano gli accertamenti sul  mezzo, che risultava essere di proprietà di una società di Pozzuoli, e rubato un’ ora prima a Via Napoli.

CAMPO ROM DI MONDRAGONE –  Trovati in possesso di regolari documenti di identità, i due raccontavano agli agenti di avere 12 e 14 anni, di essere cugini e di vivere con le loro famiglie nel campo rom di Mondragone. Fermati, i due ragazzini venivano quindi condotti presso il Comando di Polizia Municipale e affidati agli operatori del servizio sociale di Pozzuoli. Successivamente, vista la minore età, venivano poi trasferiti presso una casa famiglia.  Nel frattempo, gli uomini diretti dal capitano Silvia Mignone e dal comandante Carlo Pubblico si sono attivavano per rintracciare i genitori dei due minorenni presso il campo rom dove, secondo la testimonianza dei minori, risiederebbero.

GENNARO DEL GIUDICE