ARPINO DI CASORIA – Erano riusciti a rubare connettori Telecom per un valore di 2 milioni di euro, ma sono stati “beccati” mentre si trovavano con il loro ricettatore. In tutto sono tre gli arresti dei carabinieri della tenenza di Melito: in manette Gennaro Sidari, 42 anni di Torre del Greco e Francesco Tortora, 56enne di Comiziano. Con loro arrestato anche il ricettatore.

BLOCCATI AD UN PASSO DALL'”AFFARE” – Entrambi sono addetti alle pulizie per conto del gigante delle telecomunicazioni ed ora dovranno rispondere di furto aggravato. Ad essere trafugati migliaia di connettori da due cabine nel salernitano, a Eboli e a Battipaglia, nella notte tra giovedì e venerdì. I militari hanno rintracciato i due all’interno di un capannone di proprietà di Giovanni Perrella, 43 anni, già conosciuto alle forze dell’ordine. Quest’ultimo dovrà rispondere di ricettazione. Nel corso dei controlli è spuntato fuori il “bottino” che, come detto, ha un valore complessivo di ben 2 milioni di euro. I tre saranno processati con rito direttissimo.