NAPOLI – Nell’ambito dei servizi di prevenzione finalizzati all’individuazione di soggetti che pongono in essere attività delittuose, l’attenzione degli uomini della squadra di polizia giudiziaria del Compartimento Polizia Ferroviaria Campania nella mattinata di sabato è stata attirata da un due uomini, di origini algerine, di cui uno già noto perché precedentemente tratto in arresto da personale dipendente, che si aggiravano per la stazione con fare sospetto, osservavano insistentemente i bagagli dei viaggiatori in partenza. Difatti, giunti nei pressi di un esercizio commerciale all’interno della stazione, i due si posizionavano alle spalle di una turista che aveva riposto i bagagli a terra, e con mossa fulminea uno dei due si impossessava dello zaino e lo passava al suo complice che andava via confondendosi tra i viaggiatori.

GLI ARRESTI – A quel punto gli agenti intervenivano prontamente e bloccavano H.A., algerino di anni ventisei, e si ponevamo all’inseguimento dell’altro complice che aveva lo zaino. Giunto all’esterno della stazione il fuggitivo, accortosi di essere inseguito, abbandonava lo zaino facendo perdere le proprie tracce. Lo zaino contenente due tablet, documenti ed effetti personali del valore superiore a 1.000 euro veniva riconsegnato alla vittima. H.A. veniva dichiarato in stato di arresto e condotto presso le camere di sicurezza della locale Questura in attesa del giudizio presso il Tribunale di Napoli in data odierna. Domenica, a seguito della segnalazione di un furto di un bagaglio ai danni di un cittadino turco all’esterno della Stazione Ferroviaria di Napoli Centrale, gli uomini della squadra di polizia giudiziaria del Compartimento si mettevano subito alla ricerca di due cittadini nord africani in base alla descrizione fornita dalla vittima.

AGENTI RINGRAZIATI – Poco dopo li individuavano ma i due accortisi della presenza dei poliziotti si davano a precipitosa fuga. R.M., algerino di anni 29, veniva subito bloccato: sulle spalle avevo uno zaino con all’interno altro zaino, accertato poi essere di proprietà della vittima, mentre il complice riusciva a dileguarsi. Anche in questo caso lo zaino veniva riconsegnato alla vittima, e R.M dichiarato in stato di arresto e condotto presso le camere di sicurezza della locale Questura di Napoli in attesa del giudizio previsto in mattinata odierna. Continuano le ricerche dei due complici. Grande gratitudine dei due turisti derubati: increduli del furti subiti, i due turisti hanno espresso la loro riconoscenza e stima agli uomini della Polfer!