Il rapinatore è stato rintracciato grazie ad un'applicazione del telefonino di un poliziotto

NAPOLI –  I poliziotti dell’’Ufficio Prevenzione Generale, hanno arrestato Salvatore De Filippo, 38enne napoletano, per essersi reso responsabile del reato di rapina. Ieri sera, una pattuglia dei “Nibbio” in servizio di controllo del territorio, mentre percorreva Piazza Medaglie D’ Oro, è stata avvicinata da una ragazza che, in stato di agitazione, riferiva di aver appena subito la rapina del suo smartphone. I poliziotti pertanto, hanno accertato che, pochi attimi prima, un uomo a bordo del suo scooter, aveva strappato dalle mani della donna il telefonino dopo averla trascinata al suolo.

CACCIA AL RAPINATORE –  Immediatamente intervenuti, gli agenti, messisi al rintraccio del rapinatore, lo hanno intercettato poco dopo, grazie all’’ utilizzo di un’’applicazione sullo smartphone personale di uno dei poliziotti intervenuti. Pertanto, inseriti i dati del telefono rubato fornitigli dalla vittima, seguendone gli spostamenti che si aggiornavano continuamente sul cellulare, i poliziotti, chiesto l’’ausilio di un’’ altra pattuglia, hanno sorpreso l’’uomo fermo all’’angolo tra via Santi Apostoli e via Trinchera.

PROVA SCHIACCIANTE –  Avvicinatisi al De Filippo, gli agenti hanno composto il numero di telefono della vittima ed hanno udito il trillo della chiamata provenire dalla tasca del suo giubbotto. A quel punto i poliziotti hanno fermato l’’uomo, riconosciuto poi dalla stessa vittima e lo hanno arrestato. Il telefono è stato restituito alla donna che, per le ferite riportate, è dovuta ricorrere alle cure mediche ospedaliere dove è stata giudicata guaribile in 12 giorni. Per il 38enne si sono aperte le porte del Carcere di Poggioreale.