Il segretario regionale dei Verdi Francesco Borrelli

RICEVIAMO e PUBBLICHIAMO   La comunicazione (attraverso posta elettronica con account “Italia Notizie”) del Coordinatore regionale dei Verdi Francesco Emilio Borrelli in merito al nostro articolo pubblicato sabato 21 luglio 2012 dal titolo “POZZUOLI/ Protesta ai depuratori, Borrelli passa dalla bugia al flop”.

Fermo restando il pieno rispetto del diritto di replica, questa redazione ribadisce di non aver ricevuto alcuna prova o documentazione certa circa il rifiuto da parte dell’assessore all’ambiente della Regione Campania Giovanni Romano ad una “formale e protocollata” richiesta di ispezionare l’impianto di depurazione di Cuma. Pertanto, la redazione precisa di aver utilizzato il termine “bugia” in “gergo” giornalistico, nella piena buona fede e correttezza professionale. E, allo stesso tempo, si astiene dal commentare le considerazioni personali del signor Borrelli.

IL MESSAGGIO DI BORRELLI 

Egregio Direttore,

nel giro di soli tre giorni la sua testata mi ha accusato per due volte di essere un bugiardo, ha definito le iniziative a cui partecipo un flop e dato ampio spazio ad un neonato comitato spiagge che mi insulta pubblicamente senza apparenti ragioni. Le ho già allegato una delle richieste che ho formulato all’ Assessore Romano nei giorni scorsi a cui ho ripetutamente chiesto di poter entrare all’ interno dell’ impianto di depurazione di Cuma durante l’ iniziativa che si è svolta stamane. Le mail le ho inviate personalmente e le ho conservate quindi sono certo di quello che dico. Adesso Lei può anche decidere di credere di più all’ Assessore Romano che a me perchè le è più simpatico ma non è corretto darmi del mentitore quando io le ho anche mandato una mail che comprova quello che scrivo. Per quanto riguarda il flop è una opinione del suo sito che credo sia un pochino troppo faziosa. Un presidio con decine di persone, consiglieri comunali ed esponenti delle associazioni di sabato mattina in piena estate davanti a un depuratore in un posto isolato non credo sia un fallimento ( cronaca flegrea ha scritto che c’ erano 20 persone ma eravamo molti di più e credo che il fotoreporter sia arrivato al termine dell’ iniziativa quando ci siamo spostati alla foce del depuratore ). In ogni caso il nostro intento era portare avanti la battaglia sulla pulizia delle acque di cui da tanti anni spesso ci occupiamo da soli. Inoltre le devo far presente che nonostante Lei abbia attribuito a me la paternità dell’ intera iniziativa non è esatto. Infatti il presidio è stato portato avanti da diverse realtà locali di cui facevano parte anche i Verdi. Erano presenti molti istituzionali come il Presidente dei Verdi Angelo Bonelli, il capogruppo del Sole che ride al comune di Napoli Carmine Attanasio ed il segretario cittadino Vincenzo Peretti, i consiglieri comunali di Bacoli Josi Della Ragione e Adele Schiavo e quelli di Monte di Procida Peppe Pugliese e Teresa Coppola. Tante associazioni sono scese in campo dall’ Eco della fascia costiera con Lucia De Cicco e tante donne del posto agli ecologisti riformisti, fino a Freebacoli con Alessandro Parisi e tanti ragazzi passando per Svolta popolare fino al neo gruppo degli ambientalisti per i Campi Flegrei. In tanti hanno prima improvvisato una assemblea pubblica fuori al sito e poi si sono diretti allo sbocco in mare del depuratore. Tra l’ altro il suo sito assieme al comitato spiagge mi critica perchè rilascio troppe dichiarazioni ai giornali. Sarà per questo che il suo collaboratore presente stamattina non ne ha fatta nessuna ne a me e tantomeno ai presenti e poi ha scritto un articolo al vetriolo senza ascoltare il nostro punto di vista. Ma poi mi domando qual’ è il reato nel rilasciare interviste? Possibile mai che tra tanti problemi che hanno i Campi Flegrei venga dedicato tanto tempo e polemiche ad una iniziativa a cui partecipano i Verdi in difesa del mare? Questo astio anche personale non lo comprendo.  Eppure Lei per primo dovrebbe saper quanto tempo noi Verdi dedichiamo da anni ai comuni di quest’ area, alla battaglia sulla piena funzionalità del depuratore o per la riqualificazione dei laghi. Ovviamente non siamo immuni da errori ma le critiche del suo sito così agguerrite e spropositate sono davvero esagerate e stranamente coincidenti al periodo in cui si è intensificata la collaborazione con freebacoli e quindi l’ opposizione al Sindaco di Bacoli. Al comitato spiagge che ha preso le distanze da una iniziativa di cui non faceva parte posso solo rispondere che nonostante tutto non li ritengo nostri avversari. Io non posso contrastare chi anche se con metodi a mio avviso discutibili si batte in difesa dell’ ambiente. Spero solo che un giorno capiscano che i loro attacchi verso di me ed i Verdi sono stati esagerati ed ingenerosi. Infine vorrei sottolineare che io non ho bisogno di riciclare la mia immagine politica perchè è sempre la stessa. Sono verde dall’ età di 18 anni, non ho mai cambiato partito o ideologia. Quando tutti sono fuggiti dal movimento ecologista dopo la disfatta del 2008 non certo attribuibile a me mi sono rimboccato le maniche e con grandi sacrifici e facendo certamente anche degli sbagli l’ ho in parte rimesso in piedi in Campania. Poi come sempre saranno i cittadini e gli elettori a giudicarci e a legittimarci o a condannare il nostro operato.

Cordialmente
Francesco Emilio Borrelli
Commissario regionale dei Verdi Campani