lo stemma restaurato

BACOLI – Dopo aver riportato al suo splendore il vecchio logo del Comune di Bacoli, con tanto di presentazione alla Casina Vanvitelliana, l’artista bacolese Gaetano Carannante ha raddoppiato. La nuova opera è lo stemma comunale. Una scultura 110×70 in vetroresina e plexiglass, rigorosamente lavorata a mano e posta all’ingresso della casa comunale di via Lungolago. Grande fascino per la scultura posta  a guardia dell’istituzione.

NUOVO OBIETTIVO –  Per il giovane artista non è finita qui. Un nuovo progetto incombe per Carannante che insieme ad alcuni suoi colleghi universitari e alla  professoressa Villani tenteranno di restaurare, a titolo gratuito, il milite ignoto posto all’ingresso della villa comunale di Bacoli.

ENZO LUCCI
[email protected]