I tre sono stati arrestati dalla polizia

NAPOLI – Gli agenti del Commissariato di polizia “Vomero” hanno sottoposto a fermo di polizia giudiziaria tre giovani, due diciottenni e un sedicenne, gravemente indiziati di aver commesso una rapina nei confronti di tre minorenni ai giardinetti di via Ruoppolo. Le vittime si erano presentate in Commissariato ed avevano denunciato alla polizia che poco prima, verso le 13,30, mentre stavano passeggiando in via Ruoppolo erano stati avvicinati da tre ragazzi i quali, facendo intendere di essere armati e minacciandoli, li avevano costretti a consegnare tutto quanto era in loro possesso, vale a dire: tre telefonini marca Galaxi, un orologio marca Casio e un IPod-Touch.

LA CATTURA – I poliziotti vomeresi, anche in base alle precise descrizioni fatte dalle vittime, si sono appostati il giorno dopo, allo stesso orario, nello stesso luogo,e immancabilmente, i tre giovani rapinatori si sono ripresentati, verosimilmente in cerca di altre giovani vittime. Quando gli agenti si sono avvicinati per bloccarli, i ragazzi si sono dati alla fuga in direzione di Piazza Medaglie d’Oro ma, dopo circa 300 metri, proprio nella suddetta piazza, sono stati raggiunti e bloccati.

GLI ARRESTI – La polizia li ha quindi identificati e sottoposti a fermo di polizia giudiziaria: si tratta di Bruno Scuotto, 18enne di Scampia, Giuseppe Aruta, anch’egli 18enne, con precedenti specifici, di Arzano e L.C,., 16 anni, di Scampia. Quest’ultimo è stato condotto al centro di prima accoglienza dei Colli Aminei, mentre i due maggiorenni sono stati associati alla casa circondariale di Poggioreale.