Francesco Caliano è stato "tradito" dal suo cane

NAPOLI – E’ stato probabilmente l’amore per il suo yorkshire, dal quale non si separava (quasi) mai, a tradire Francesco Caliano, pregiudicato 45enne napoletano, il quale aveva compiuto due rapine nel centro storico domenica mattina, nel giro di un’ora, ai danni di due turiste, una romana e una bergamasca; alla prima aveva scippato la borsa dopo averla strattonata ed alla seconda aveva strappato gli orecchini.

L’INDIZIO – Entrambe le vittime, in sede di denuncia, avevano descritto le stesse modalità: uomo di circa 40 anni, con un casco bianco, a bordo di una “Vespa” anch’essa bianca e, soprattutto, con un cagnolino al seguito. Le indagini della 6^ Sezione Criminalità Diffusa della Squadra Mobile della Questura di Napoli in pochissimo tempo hanno consentito di individuare Francesco Caliano, già noto alla polizia per i suoi precedenti specifici, il quale spesso si accompagna con il suo yorkshire.

LA CATTURA – Rintracciarlo, però, non è stato altrettanto semplice; le prime ricerche, infatti, presso i domicili conosciuti sono state infruttuose. Gli agenti della Mobile hanno quindi esteso le ricerche alle zone abitualmente frequentate da Caliano – via Tribunali, Piazza San Gaetano, Forcella –, fino ad individuarlo, ieri pomeriggio in via Duomo, in sella ad uno scooter, stavolta senza il cane.

IL TENTATIVO DI FUGA – Alla vista dei poliziotti, Caliano si è immediatamente dato alla fuga in direzione di Forcella, ingaggiando un lungo inseguimento con gli agenti che si è protratto per un buon tratto di strada, fino a quando la polizia è riuscito a bloccarlo. Una perquisizione effettuata dagli agenti a casa del rapinatore ha poi consentito di rinvenire due libretti di assegni, che si trovavano nella borsa scippata alla turista romana e che la donna aveva elencato in sede di denuncia. Francesco Caliano dovrà quindi rispondere, oltre che di rapina aggravata, anche di ricettazione degli assegni.