I cinque malviventi sono stati arrestati mentre scaricavano la merce dal tir

VILLA LITERNO – Gli agenti dell’Ufficio Prevenzione Generale della Questura di Napoli e quelli del Commissariato di Polizia Vicaria-Mercato, hanno arrestato con l’accusa di rapina aggravata, sequestro di persona e porto abusivo di arma da sparo, Alessandro Esposito 41enne pregiudicato di Scampia, Carmine Sannino, 46enne di San Giovanni a Teduccio, Luca Miliardi, 32enne di Villaricca, Vincenzo Mocerino, 29enne pregiudicato di S. Nicola la Strada (CE) e Salvatore Pirozzi, 46enne pregiudicato di Recale (Ce).

LA RAPINA – I fatti si sono verificati alle 05.10 di questa mattina sulla rampa che dall’autostrada A1 porta alla Statale 7 Bis nel Comune di Villa Literno. I cinque, a bordo di un furgone rosso hanno tagliato la strada ad un TIR che trasportava capi d’abbigliamento per un valore di oltre un milione di Euro. Due dei malviventi, con le armi in pugno, hanno costretto l’autista a scendere dal mezzo per poi costringerlo a salire su un’autovettura appena sopraggiunta e portarlo via. Dopo aver cambiato auto, l’uomo è stato poi rilasciato dopo circa un’ora a Castelvolturno da dove ha raggiunto il più vicino Commissariato di Polizia per denunciare l’accaduto.

LA CACCIA ALL’UOMO – Allarmata anche la Sala Operativa della Questura di Napoli, il TIR è stato rintracciato mentre si aggirava per il Quartiere San Giovanni. Alle 6 circa i poliziotti hanno trovato il T.I.R all’interno di un deposito dove i 5 malviventi poi arrestati, stavano scaricando i preziosi capi di abbigliamento griffato.