I tre giovanissimi sono stati arrestati dalla Polizia

BAGNOLI – Grazie alle indagini svolte senza soluzione di continuità dagli agenti del Commissariato di Polizia Secondigliano, alle prime luci dell’alba, tre giovanissimi facenti parte di una baby gang, dedita alle rapine, sono stati arrestati. A finire in manette un 15enne, S.V., un 17 enne I.E., entrambi con pregiudizi di Polizia, e Francesco Galbini di 22 anni, responsabili in concorso di rapina aggravata. I tre, infatti, tutti abitanti in Via Labriola, nella notte, a bordo di una Fiat Uno, si sono recati nel quartiere Bagnoli e, arma in pugno, hanno rapinato il titolare di una cornetteria, ubicata sul lungomare, impossessandosi dell’intero registratore di cassa.

L’ALLARME – scattato alla Centrale Operativa della Questura di Napoli ha consentito alle pattuglie dislocate nella città, di tracciare il percorso dell’auto in fuga in tangenziale. Gli agenti della sezione volanti del Commissariato di Polizia “Secondigliano” sono riusciti ad intercettare i rapinatori in Via Vecchia Miano, bloccandoli. A bordo dell’auto i poliziotti, oltre alla refurtiva, hanno recuperato una maschera di carnevale in gomma che, non si esclude possa essere stata utilizzata in altre rapine.

ARRESTATI – I tre giovani, infatti, perché nella notte hanno agito a volto scoperto, sono stati riconosciuti senza ombra di dubbio. I poliziotti hanno accertato che il 17enne, fratello di un pregiudicato gravitante nel clan della “Vanella Grassi”, da un mese si era allontanato arbitrariamente da una Comunità di recupero giovanile. I due minori sono stati condotti al Centro di Prima Accoglienza dei Colli Aminei, mentre Galbini è stato condotto alla Casa Circondariale di Poggioreale.