Il distributore di benzina "Tamoil"

Si sono avvicinati al benzinaio, uno  dei due in sella alla moto di grossa cilindrata ha estratto la pistola, facendosi consegnare l’incasso. Ma la scena non è passava inosservata ad alcuni vigili che estraevano le pistole tentando di fermare i banditi, che si davano alla fuga con un magro bottino: appena 70 euro. Rapina ieri nel tardo pomeriggio a Bacoli, in via Vanvitelli nella zona del Fusaro. Vittima dell’assalto il distributore di benzina “Tamoil”. Ad agire due uomini, volti coperti dai caschi, che su una motocicletta di grossa cilindrata erano giunti in prossimità delle colonnine di carburante. Avvicinatisi all’addetto alla pompa uno dei due estraeva una pistola, intimando all’uomo di consegnare l’incasso.
LA PISTOLA PUNTATA CONTRO – Sotto la minaccia dell’arma nessuna reazione, il benzinaio non poteva fare altro che mettere mano alla tasca e consegnare le banconote. In tutto circa 70 euro. Successivamente sul posto giungevano anche i carabinieri dells stazione di Bacoli, che indaganosull’accaduto. Probabilmente il grosso dell’incasso era già stato messo al sicuro. Nel frattempo però la scena veniva notata da alcuni agenti del corpo di polizia municipale di Bacoli che vedevano uno dei due malviventi armeggiare la pistola.

LA REAZIONE DEI VIGILI – A quel punto i caschi bianchi estratte le pistole, tentavano un intervento ma i rapinatori riuscivano a scappare. Rapidamente i due si dileguavano a bordo della loro motocicletta, facendo perdere le proprie tracce. Il distributore di benzina rapinato ieri dista qualche centinaio di metri da quello “Q8” assaltato nel dicembre del 2009 in in via Fusaro 57. In quell’occasione due malviventi, dopo essere giunti a bordo di un ciclomotore estraevano l’arma facendosi consegnare dal benzinaio circa 400 euro. Ma al loro inseguimento si misero il titolare del distributore che li insegui per diversi chilometri. Una fuga che qualche minuto dopo fu intercettata da una pattuglia della Guardia di Finanza che li fermò in via Cuma Licola, arrestandoli.

ENZO LUCCI
[email protected]

GENNARO DEL GIUDICE
[email protected]