Il Sindaco di Bacoli durante la premiazione

BACOLI –  «Quello che ritiro oggi è un premio vinto da ogni cittadino di Bacoli che quotidianamente con scrupolo e senso civico contribuisce alla raccolta differenziata. Se oggi siamo annoverati tra i comuni più virtuosi d’Italia il merito è senza dubbio dei cittadini, della “Flegrea Lavoro” e dell’Amministrazione che ha fatto grossi sforzi per raggiungere alti standard in materia di raccolta e gestione rifiuti». Con queste parole il Sindaco di Bacoli Ermanno Schiano ha voluto ringraziare l’intera cittadinanza bacolese durante la cerimonia di premiazione dell’ottava edizione di “Comuni Ricicloni Campania 2012” organizzata a Napoli da “Legambiente” che ha conferito alla città flegrea il “Primo Premio Speciale COMIECO”, importante riconoscimento attribuito per le azioni concrete messe in atto per lo sviluppo della raccolta differenziata delle diverse tipologie di frazioni per le migliori performances realizzate dai comuni. Nella fattispecie, il Comune di Bacoli si è contraddistinto nella raccolta differenziata di carta e cartone.

Il Sindaco di Bacoli Ermanno Schiano ed il presidente della Flegrea Lavoro Renzo Geronazzo

DIFFERENZIATA DI QUALITA’ – Durante la cerimonia, la responsabile della COMIECO (Consorzio Nazionale Recupero e Riciclo degli Imballaggi a base Cellulosica) che ha consegnato il premio nelle mani del Sindaco Schiano, accompagnato dal presidente della “Flegrea Lavoro” Renzo Geronazzo, ha voluto sottolineare “l’importanza e la qualità dei conferimenti nella città di Bacoli”. Legambiente inoltre ha annunciato che per il 2013 intende proporre proprio Bacoli come “modello” di “comune riciclone”, in quanto rappresenta una realtà che in appena due anni è riuscita ad  implementare una serie di iniziative su tutto il territorio quali il compostaggio domestico, il riciclo di oli di cottura, l’ Eco-scambio, le iniziative di sensibilizzazione nelle scuole a cui si è accompagnata una crescita esponenziale della percentuale di raccolta differenziata. Infatti, negli ultimi due anni a Bacoli si è passati dal 7% all’82% con una riduzione dei rifiuti che dalle 17mila tonnellate del 2011 è scesa a 12mila tonnellate nell’anno che si accinge a concludersi, con una conseguente diminuzione di rifiuti pro-capite che da 630 Kg è passata a 440 Kg.

COMUNE MODELLO – «Questa manifestazione rappresenta un momento di festa e soddisfazione se solo pensiamo che appena otto anni fa i comuni che facevano la raccolta differenziata si contavano sulle dita di due mani – ha concluso Michele Buonomo, presidente di Legambiente  Campania – Oggi esistono tante realtà e tra queste cito Bacoli e la determinazione con la quale sta facendo viaggiare la raccolta differenziata in termini numerici e qualitativi. Dalla popolazione alle scuole tutti sono impegnati in un processo che sta portando la città tra i comuni “modello” in Italia».