bus_eavQUARTO – Ci sarà ancora da attendere per rivedere i bus del trasporto pubblico in strada. L’accordo raggiunto le scorse settimane tra Comune, Ente autonomo Volturno e sindacati, infatti, prevedeva il ripristino del servizio a metà ottobre. Ma così non è andata, visto che i nuovi mezzi devono ancora essere immatricolati.

COMUNE “INNOCENTE” – Dunque, ancora una volta è la burocrazia a rallentare tutto. Secondo una stima di via De Nicola, i nuovi bus entreranno in servizio non prima del 15 novembre. «Tutta la documentazione di pertinenza dell’ente di via De Nicola è stata redatta e consegnata all’Eav che sta ultimando la propria – spiega il vicesindaco e assessore ai Trasporti, Andrea Perotti – Mi sento di rassicurare la città affermando che il servizio verrà attuato. Comprendiamo bene i disagi, ma questo accordo porterà a raggiungere una vivibilità migliore, chiediamo ancora una volta pazienza perché talvolta le procedure non ci assistono nei tempi».

A ISCHIA GIA’ IN SERVIZIO – Il servizio era stato interrotto lo scorso 30 giugno a seguito della disastrosa situazione in cui versano le casse del Comune. Dopo numerose riunioni e con l’apporto delle sigle sindacali Spi-Cgil e Cisl, si era finalmente giunti ad un accordo con la holding dei trasporti che avrebbe operato al posto della Ini-Bus, sfruttando non solo l’arrivo di nuovi mezzi, ma anche a ben 130mila chilometri non “sfruttati” dall’azienda di trasporto e utilizzabili in diversi punti dell’area metropolitana. In tutto sono 28 i nuovi bus, cinque dei quali già “consegnati” ad Ischia nei giorni scorsi.