QUARTO – La spauracchio di essere beccati sul fatto li avevano allontanati per un po’, ma ora i “lanciatori di sacchetti” sono tornati alla carica. Ma con loro sono arrivate anche decine di contravvenzioni e denunce da parte della polizia locale. Ed ancora una volta, a dare un mano ai caschi bianchi ci ha pensato la tecnologia.

TELECAMERE NASCOSTE – E’ stato infatti grazie all’utilizzo di telecamere nascoste che in molti sono stati sorpresi e multati. Una volta identificati, grazie alle targhe delle proprie auto, sono stati convocati e messi di fronte all’evidenza. Identica sorte per coloro ai quali si è arrivati dopo un’opera di scavo, da parte degli stessi agenti, all’interno dei sacchetti abbandonati lungo le strade. Documenti fiscali, bollette, carta intestata. Tutto ha contribuito a risalire alle identità dei responsabili.

LA BUONA NOTIZIA – Eppure, la lotta allo sversamento illecito dei rifiuti ha contribuito a far cresce ancora di più quella che è stata ribattezzata la “biblioteca della munnezza”, allestita all’interno del comando di via Catuogno. Libri di ogni genere – ovviamente abbandonati senza alcun rispetto della legge – ma in buono stato: Petrarca, Lucarelli, De Cataldo, Garcia Lorca. C’è praticamente di tutto nella collezione speciale messa su dalla municipale di Quarto e a disposizione di tutti.