QUARTO – Torna la sosta a pagamento in città. E’ stata infatti definitivamente aggiudicata la gara ad una delle due ditte che avevano presentato le rispettive offerte. Il servizio sarà affidato alla Piparking di Santa Maria Capua Vetere, in provincia di Caserta.

L’ADDIO NEL 2007 – Le strisce blu, soppresse nel 2007 dall’allora amministrazione di centrosinistra targata Sauro Secone, entreranno in vigore presumibilmente a partire dal prossimo primo ottobre. Il contratto avrà durata quinquennale e vedrà finire nelle casse del Comune poco più di un milione di euro: circa 51mila per il 2018 e circa 214mila per le future annualità. Travagliata la vicende del ritorno della sosta a pagamento, fortemente voluta dall’ex sindaco Rosa Capuozzo anche per rimpinguare la malmesse finanze di via De Nicola, attraverso il piano di riequilibrio finanziario varato nell’autunno del 2016.

LO STOP AND GO – Lo scorso gennaio l’iter per l’assegnazione del servizio andò incontro ad uno stop deciso dal Tar Campania, a seguito di un ricorso da parte di una delle ditte che aveva partecipato alla gara. Il servizio, una volta a regime, prevede la sosta gratuita per la prima mezz’ora e di un euro per i successivi 60 minuti. I “grattini” come quelli utilizzati fino ad 11 anni fa verranno sostituiti dai ticket emessi dai parcometri. Previste anche aree di scambio con sosta non a pagamento in diversi punti di Quarto, come le stazioni della linea Circumflegrea, la villa comunale e l’area mercatale di via Leonardo Da Vinci.