Diego Occhiuzzi riceve la maglia del Quarto

QUARTO – A prologo del primo incontro casalingo del campionato del Quarto c’è stata quella che può definirsi una piccola festa per la legalità. Ospite d’onore della mattinata quartese Diego Occhiuzzi, argento olimpico a Londra nella sciabola. Lo schermitore napoletano è stato sempre tra i sostenitori del progetto del nuovo corso del Quarto Calcio. Come attestazione di stima e di riconoscenza all’atleta olimpico è stata donata una maglia ufficiale della squadra ed una targa ricordo. Inoltre la gara di ieri era in coincidenza dell’anniversario dell’uccisione di Giancarlo Siani, giornalista anti camorra barbaramente trucidato sotto la sua abitazione.
IL RICORDO DI SIANI – Per l’occasione il fratello di Siani ha inviato una lettera al Quarto Calcio, missiva letta prima della partita da Aldo Cimmino dell’associazione Libera. Per l’esordio al Giarrusso c’era il tutto esaurito sugli spalti, oltre 700 persone hanno affollato la “tribuna” dello stadio cittadino, non solo il legame per la squadra della città ma soprattutto la voglia di testimoniare la vicinanza ad un progetto “socialmente nobile”. Alla “prima” del Quarto tra le autorità era presente anche il PM Ardituro a testimoniare la vicinanza della procura al progetto affidato a Luigi Cuomo.
LA NAZIONALE – La società ha confermato il progetto di portare a Quarto la Nazionale di Prandelli, un’ulteriore iniezione di entusiasmo e fiducia ad un ambiente già con il morale alle stelle. Tutto ciò a testimoniare che ogni partita del Quarto Calcio sarà una gara speciale, una partita di calcio accompagnata da la partita forse più importante, quella contro la camorra.

ANGELO GRECO