QUARTO – In carcere ci era già finito due settimane dopo la sparatoria con i carabinieri, ma ora è arrivata anche un’ordinanza di custodia cautelare in carcere. E’ dunque nuovamente a Poggioreale il 23 enne Antonio Hadzovic, accusato di concorso in tentato omicidio, rapina impropria, violenza a pubblico ufficiale, porto abusivo di arma da fuoco e danneggiamento aggravato.

LA FOLLE CORSA – Il giovane, assieme ad un suo complice, il 44enne Rafim Salkanovic, lo scorso 27 settembre fuggì all’arresto dopo alcuni furti in auto messi a segno all’interno del parcheggio del centro commerciale Quarto Nuovo. Per guadagnarsi la fuga, i due non esitarono ad aprire il fuoco contro i militari della tenenza di corso Italia, giunti sul posto dopo una telefonata al 112. Inoltre, durante la fuga, con la loro auto (con targa contraffatta) urtarono diversi altri veicoli parcheggiati nell’area di sosta.

IN STATO DI FERMO – L’11 ottobre finirono in stato di fermo, eseguito dai carabinieri di Quarto e di Giugliano (i due sono infatti residenti in un campo rom nel popoloso Comune a nord si Napoli) Nel frattempo, però, il 23enne uscì dal carcere, a differenza del suo complice. Ma per Antonio Hadzovic si sono di nuove aperte le porte di Poggioreale, dopo l’ordinanza cautelare emessa dal giudice per le indagini preliminari.