Sedici nuove telecamere pronte per essere installate a Quarto

QUARTO –  In arrivo sedici nuove telecamere di sorveglianza per proteggere la città e garantire maggiore sicurezza ai cittadini. Di queste, due saranno montate a “protezione” dello stadio “Giarrusso” dopo i recenti atti vandalici perpetrati ai danni della squadra anti-racket della Nuova Quarto Calcio.

IL VERTICE –  Si è tenuto stamane al Comune di Quarto, il previsto incontro tra il Commissario Prefettizio Vincenzo Greco e il dirigente unico della Nuova Quarto Calcio per la Legalità, Luigi Cuomo, alla presenza del Comandante della Polizia Municipale di Quarto, Castrese Fruttaldo. Oggetto della riunione organizzata a seguito dell’ennesimo raid vandalico perpetrato ai danni dello Stadio Comunale Giarrusso e della Nuova Quarto Calcio era la verifica della possibilità di dotare lo stadio cittadino di un sistema di videosorveglianza. Dalla riunione è emersa la possibilità di dotare la struttura comunale di alcune telecamere sfruttando il sistema di video-sorveglianza adottato grazie al progetto “Occhio Vigile” che, con fondi regionali, ha previsto l’istallazione di 16 telecamere su tutto il territorio cittadino; due di queste interesserebbero l’area dello stadio: una posta su via Dante Alighieri e l’altra posta in via Dorando Petri ovvero le due vie di accesso al Giarrusso.

Luigi Cuomo - presidente del Quarto

LUIGI CUOMO – «Ringraziamo il Commissario Prefettizio che sin dal suo insediamento ci è stato vicino dandoci il massimo supporto sia istituzionale che materiale. Le Istituzioni, le Forze dell’Ordine, le Associazioni e la Politica ci hanno dimostrato solidarietà concreta in questi mesi; confidiamo che al sostegno del Comune ora si aggiunga quello della città e dei quartesi onesti che sinora si sono rivelati troppo distratti ed indifferenti alle sorti della loro squadra di calcio e al simbolo di cambiamento che questa squadra vuole rappresentare – commenta Luigi Cuomo che lunedì prossimo è atteso da un importante incontro programmatico con il Prefetto Elisabetta Buongiorno, Commissario Straordinario di Governo Antiracket e Antiusura. – Con la dottoressa Buongiorno affronteremo l’importante questione della sicurezza del Giarrusso; grazie al suo intervento potremmo presentare la richiesta di accesso ad un PON da un milione di euro circa per la messa in sicurezza dello Stadio Giarrusso»  conclude Cuomo