Dovrebbe nascere in via Masullo il nuovo distretto sanitario

QUARTO – Si è tenuto questa mattina, negli uffici del Sindaco, l’incontro preliminare tra il primo cittadino Massimo Carandente Giarrusso, e i dirigenti dell’ASL NAPOLI 2 NORD per stabilire l’iter relativo alla realizzazione del SOUT 59, un distretto sanitario distaccato finanziato interamente dall’ente sanitario. Lo scorso 25 luglio, in Consiglio Comunale, il Sindaco relazionò sulla situazione pregressa: il progetto di costruzione del SAUT 59 (o più semplicemente Distretto Sanitario) fu realizzato nel lontano 2002, ma per vari contenziosi e problematiche sorte in merito all’espropriazione del suolo dove costruirlo, fu accantonato.

IL SINDACO PROPOSE LA BOCCIATURA-  definitiva di quel progetto per avviare un iter ex novo: il Comune però si sarebbe impegnato a trovare un’area di proprietà demaniale dove costruire il distretto in modo tale da favorire l’ente sanitario che, per l’adeguamento del vecchio progetto, necessitava di un incremento degli investimenti pari al 20% rispetto al progetto originale; una spesa troppo gravosa per l’ASL NAPOLI 2 NORD.

IL SAUT RISCHIAVA –  quindi di restare irrealizzato ; con l’intervento del Sindaco Giarrusso è arrivata La soluzione ottimale. “Abbiamo individuato nell’area di Via Masullo, un terreno adatto alla costruzione del distretto sanitario e l’abbiamo proposto all’ASL; in questo spazio verrebbe costruito non solo il nuovo distretto sanitario ma anche una struttura di primo soccorso. Per l’ASL ci sarebbe un risparmio di spesa enorme: non solo dei fondi per l’esproprio ma anche quelli di locazione; il dislocamento degli uffici dal palazzo di vetro a questa nuova struttura ,di proprietà dell’ente, abbasserebbe notevolmente le spese” – ha chiarito il primo cittadino quartese.

UN PROGETTO – che secondo le stime individuate dall’ASL, dovrebbe costare circa un milione e cinquecento mila euro; un’ opera di ammodernamento della città oltre che un servizio attualmente assente a Quarto: una struttura di primo soccorso.