L'assesore al Patrimonio Mauro Sacrpitti
L’assesore al Patrimonio Mauro Sacrpitti

QUARTO – Dopo la firma delle sette ordinanze di sgombero firmate dal sindaco Rosa Capuozzo e riguardanti gli alloggi destinati ai custodi scolastici, è intervenuto l’assessore comunale Mauro Scarpitti, con delega al Patrimonio: «Le ordinanze firmate ieri sono atti che annunciano una serie di provvedimenti per iniziare una prima fase di azione che l’amministrazione comunale vuole portare avanti con lo scopo di ripristinare a pieno il concetto di legalità quel che concerne l’occupazione dei beni immobili comunali. Un progetto iniziato e portato avanti nell’ultimo anno e condiviso dal sindaco e dall’intera giunta comunale».

“SGOMBERO COATTO”- Come detto, i provvedimenti riguardano sette alloggi che, da quanto emerso dai sopralluoghi della polizia municipale, risultano occupati da interi nuclei familiari senza averne titolo. Le scuole interessate sono la «Gobetti», la «De Filippo», la «Borsellino», la «Siani-Compagna», la «Gentile», la «Morante» e la «Caselanno». Diversi i casi emersi, come ad esempio quello dell’anziana vedova dell’ex custode della scuola Gobetti. L’uomo è morto 12 anni fa, ma la residenza è rimasta occupata dalla consorte e da due nipoti. Con molta probabilità, i destinatari delle ordinanze di sgombero cercheranno di resistere, attraverso ricorsi al Tar. L’ordine di lasciare gli immobili è tassativo: entro il prossimo 19 marzo gli occupanti dovranno andare via, altrimenti scatterà lo sgombero coatto.