carabinieri nella casa comunale di Quarto

QUARTO – A seguito dello scioglimento del Consiglio Comunale e della nomina del nuovo Commissario Prefettizio al Comune di Quarto sono intervenuti Francesco Dinacci, responsabile organizzazione regionale dei democratici e Teresa Amato, senatrice del Pd e Componente Commissione Antimafia, che hanno accolto positivamente la fine dell’era Giarrusso   «Si è definitivamente chiusa una fase difficile per la città di Quarto, segnata da elementi oscuri che hanno mortificato l’immagine della nostra comunità: dopo appena un anno dalle elezioni amministrative, infatti, il Sindaco Giarrusso ha lasciato la guida del Comune – ha affermato Dinacci – Ma le stesse dimissioni del Sindaco, seppur tardive, non riescono a oscurare le fortissime contraddizioni politiche evidenziate nel PDL e nella coalizione di centrodestra, già durante la campagna elettorale, attraverso un patto che ha umiliato il principio di legalita’ e la dignità delle istituzioni cittadine.

LA DENUNCIA DEL PARTITO –  Il PD aveva da tempo denunciato a voce alta l’assoluta eccezionalità e gravità della fase politica apertasi in città nell’ultimo anno, conducendo, in Consiglio Comunale e in Città, un’opposizione senza sconti alla maggioranza di centrodestra– prosegue il rappresentante del Partito Democratico –  Occorre ora reagire subito con la buona politica e con la partecipazione dei cittadini; bisogna recidere con assoluta nettezza ogni legame malavitoso che ha inquinato la nostra comunità. Il PD si pone al servizio delle città e delle sue forze migliori per aprire da subito una nuova fase che restituisca credibilita’ all’immagine della città travolta dagli ultimi eventi, e per riportare legalità e sviluppo nel nostro Comune».

L’INTERVENTO DELLA SENATRICE –  In giornata è arrivata anche la dichiarazione della senatrice del Pd Teresa Armato, Componente Commissione Antimafia «La  decisione  del  prefetto  di Napoli, Andrea De Martino, di nominare un Commissario  prefettizio  nel  Comune  di  Quarto,  nonché  una Commissione d’indagine   che  valuterà  se  esistono  infiltrazioni  della  criminalità organizzata  nell’amministrazione  comunale, mette un punto di chiarezza su una vicenda che abbiamo più volte denunciato. Le comunità di Quarto – ha detto  la  parlamentare del Pd – hanno diritto a una buona amministrazione, alla   legalità  e  alla  trasparenza.  Con  oggi  si  chiude  una  vicenda inquietante,  che  dimostra  una  presenza forte dello Stato. La politica faccia  la  sua  parte e si rimettano in campo – conclude Armato – percorsi positivi, perché a Quarto si possa scrivere una pagina nuova».