QUARTO – Chi si aspettava un’azione dimostrativa eclatante rimarrà deluso dall’esito dell’incontro tra i sindaci dei Comuni maggiormente colpiti dal triste fenomeno dei roghi. Ad incontrarsi a Qualiano, su invito del “padrone di casa” Ludovico De Luca, sono stati i suoi omologhi di Quarto, Rosa Capuozzo, Maria Rosaria Punzo di Villaricca, Ligi Sarnataro di Mugnano, il commissario prefettizio di Marano Antonio Repucci, e i vice-sindaci di Melito e Giugliano Luciano Mottola e Domenico Pianese. Sul tavolo il documento programmatico da inviare alla Prefettura di Napoli con le proposte per combattere il fenomeno, con tutte le proposte. Quella più immediata riguarda una manifestazione congiunta – una fiaccolata (in tanti hanno già ironizzato su questo) il giorno 26 luglio a partire dalle 20 – che partirà dalla rotonda di Giugliano-Qualiano e terminerà alla rotonda nei pressi del centro commerciale Auchan. Comune denominatore delle altre proposte è il potenziamento della forze attualmente già impegnate sul campo, come ad esempio l’Esercito e le polizie locali. Verso queste ultime si chiede anche una maggiore remunerazione degli agenti impegnati durante le ore notturne. E’ stato inoltre chiesto anche un maggiore impegno dei caschi bianchi di Napoli. Tra lei dee più suggestive di sicuro quella di dotare i comandi delle municipali di droni: «Permetterebbero l’individuazione di roghi non appena questi siano accesi – spiega il sindaco di Qualiano De Luca – Riducendo di molto il tempo di intervento dei vigili del fuoco». Da Giugliano, il cui rappresentante Domenico Pianese ha raggiunto Qualiano al termine dell’incontro, è arrivata la proposta di condividere in tempo reale i dati satellitari in modo tale da ridurre drasticamente i tempi di intervento in caso di accensione di un nuovo rogo. Dunque, nessuna iniziativa “spettacolare”, nonostante la situazione perduri da tempo, con casi davvero oltre ogni limite come a Giugliano, oramai un campo da battaglia dove ogni notte si registrano nuovi roghi. E dove il vincitore è sempre lo stesso: chi quei roghi li appicca con estrema facilità e soprattutto senza alcun timore di essere “beccato”.