QUARTO – La visita di Vincenzo De Luca in città, prevista per sabato prossimo, potrebbe far nascere un nuovo scontro tra il sindaco Rosa Capuozzo ed il Partito Democratico. Il Pd, tra l’altro casa politica del governatore della Campania, è pronto a sottolineare come i meriti per la riapertura del cantiere sulla linea Circumflegrea (questa l’occasione della visita di De Luca) siano da attribuire unicamente a Palazzo Santa Lucia e all’Eav del presidente De Gregorio.

GAZEBO IN PIAZZA – Nulla, dunque, da attribuire all’attuale amministrazione che governa la città. Questo il messaggio che i dem locali vorranno far passare. Lo faranno sabato mattina alle 9 e 30, con un gazebo informativo in piazza Santa Maria, poco prima del “varo” del cantiere riguardante il raddoppio della linea ferrata. Un cantiere, quindi, oggetto di scontro tra chi siede al secondo piano di via De Nicola e chi invece è sì fuori dal Palazzo a Quarto, ma a livello regionale può vantare di avere un “proprio” presidente. «Nel corso di un incontro con il Presidente della Regione Campania, Vincenzo De Luca, il 10 maggio, presso la sede di Santa Lucia a Napoli, abbiamo illustrato le posizioni per quanto riguarda il trasporto su ferro tra Quarto e Napoli: le criticità, le opportunità e quanto da migliorare – spiegano dal Pd di Quarto – Lo stesso Presidente De Luca, insieme al presidente dell’Eav De Gregorio, ci hanno messo a corrente della ripresa dei lavori per il raddoppio dei binari con l’impegno della Regione per il nostro territorio. Sabato 13 maggio dalle ore 9,30, saremo in piazza Santa Maria per informare i cittadini sui passi che la Regione Campania ha fatto per migliorare i trasporti sul nostro territorio. Dall’istituzione del trasporto cittadino su gomma con i nuovi bus dell’Eav che suppliscono alle carenze del comune di Quarto, ai lavori straordinari di manutenzione e di raddoppio del binario della Circumflegrea che finalmente ripartono. Lo stesso Presidente De Luca, passerà al nostro gazebo alle 9.45 per salutare compagni e amici del PD e dei Giovani Democratici. Ci incoraggerà nel nostro lavoro vicino ai cittadini di Quarto. Il Presidente ha deciso di aprire un canale politico preferenziale con il PD che lo sostiene nella sua opera e nell’impegno costante sul territorio».

I GIOVANI “SALVANO” SOLO PEROTTI – E ai “senior” del Pd si aggiungono i Giovani Democratici di Quarto, anch’essi reduci da un incontro con il Numero 1 dell’Ente autonomo Volturno De Gregorio, ma soprattutto con l’assessore ai Trasporti del Comune di Quarto Andrea Perotti. Sul tavolo le loro proposte, condivise con la Cisl: tempi brevi per l’arrivo di nuovi treni, incremento delle corse, bus-navetta tra la cittadina flegrea e la zona ospedaliera e con la zona universitaria di Fuorigrotta passando da Pianura e Soccavo.

“ANONIMO SILENZIO” – I Giovani Democratici, dopo aver “salvato” l’assessore, non risparmiano una sonora bocciatura alla squadra di governo e alla maggioranza targata Capuozzo, sottolineando la «disponibilità al dialogo del vicesindaco Perotti, vera mosca bianca, vera eccezione all’anonimo silenzio che caratterizza la giunta quartese, sempre più attenta a curare i mal di pancia dei suoi consiglieri piuttosto che ad occuparsi della gestione del paese. E, nella persona del loro segretario Vincenzo De Stasio, si impegneranno a fare fronte comune per il bene del popolo quartese e per l’efficientamento del servizio trasporti, che a noi tutti sta particolarmente a cuore».