lanciatori_sacchetti2-520x416

QUARTO – E’ un bilancio importate quello della polizia municipale riguardante la lotta allo sversamento abusivo di rifiuti. Il comando di via Catuogno, tra il 2016 e l’inizio del 2017, ha accertato ben 107 episodi. In 47 casi sono stati elevati verbali nei confronti di altrettanti soggetti, mentre mai così alto è il numero delle denunce penali: 23. Quest’ultimo dato riguarda in particolare ditte private che senza alcuno scrupolo hanno gettato rifiuti di ogni genere lungo le strade della città, ovviamente preferendo quelle più periferiche.

PROVE INCONFUTABILI – Ma nel frattempo si sono affinate anche le tecniche dei caschi bianchi agli ordini del maggiore Castrese Fruttaldo. Vincente si è rivelata l’idea di installare telecamere nascoste tra i cumuli di rifiuti. L’occhio elettronico ha così sorpreso sul fatto non solo chi si liberava di rifiuti con furgoncini e auto private, ma anche i così detti “lanciatori di sacchetti”, che dalla propria vettura gettavano via rifiuti domestici fregandosene di ogni regola.

INIZIANO I PROCESSI – Le loro fattezze, così come le targhe dei veicoli, sono finite per diventare prove a carico difficilmente contestabili. E al via ci sono già i primi processi, con rinvii a giudizio chiesti ed ottenuti dalla Procura.