QUARTO – Ha malmenato, minacciato ed infine rapinato un suo connazionale che stava chiedendo l’elemosina all’esterno della chiesa Santa Maria, finendo per essere arrestato dai carabinieri. E’ avvenuto nel giorno di Pasqua, nel l’omonima piazza e davanti a decine di persone.

OSPITI DI UN CENTRO DI ACCOGLIENZA – In manette un senegalese di 26 anni, ospite di un centro di accoglienza della città e già “distintosi” per essere un personaggio quanto meno violento. L’uomo ha avvicinato la vittima, 37 anni, che era riuscito a racimolare sei euro grazie alle offerte dei fedeli. Il 26enne lo ha prima picchiato e poi, dopo il rifiuto alla richiesta dei pochi soldi elemosinati, ha spaccato una bottiglia di vetro ricavandone un’arma da taglio impropria.

MINACCE DAVANTI AI FEDELI – Sono così iniziate le minacce, terminate soltanto dopo aver arraffato i sei euro. Si è subito formato un capannello di gente, e alcuni hanno anche cercato di placare la violenza del rapinatore. All’arrivo dei carabinieri della tenenza di corso Italia, il 26enne si è dato alla fuga, ma è stato bloccato dopo poco. Con sé aveva ancora il magro “bottino”, poi restituito alla vittima. Il malvivente è stato trasferito nel carcere di Poggioreale. Deve rispondere di rapina aggravata.