La Sepsa ha ridotto la frequenza dei treni sulla linea Cumana

QUARTO –  Riflettori ancora puntanti sulle vicende discarica e trasporti. Per domani infatti sono in programma 2 importanti appuntamenti che coinvolgeranno i rappresentanti dei comuni flegrei. Si parte alle 11 dove nella sala “Peppino Impastato”  si terrà una conferenza pubblica con istituzioni locali  e i vertici sindacali regionali dell’azienda SEPSA per discutere del problema trasporti.

PROBLEMA SEPSA –  “Circa un mese fa ho incontrato i vertici dell’Eav che mi avevano rassicurato in merito alla questione SEPSA garantendomi la risoluzione dei tanti problemi e disservizi emersi nell’ultimo periodo; tuttavia da quell’incontro la situazione è drasticamente peggiorata e dunque insieme alle amministrazioni dei comuni dell’area flegrea abbiamo organizzato questa conferenza pubblica che avrà l’obiettivo di far emergere soluzioni rapide. Ad oggi Cumana e Circumflegrea viaggiano a ritmi quasi dimezzati e i disagi per i pendolari sono tanti; problematiche prettamente economiche stanno penalizzando un intero territorio nonostante il gravoso aumento del biglietto”– ha analizzato il primo cittadino quartese.

Uno dei cortei anti-discarica

DISCARICA –  Successivamente, nel pomeriggio, si discuterà di Castagnaro. Infatti, dopo l’apertura di Cesaro ad un tavolo di confronto, il Sindaco Giarrusso si è fatto promotore di una riunione finalizzata all’adozione di misure alternative al piano rifiuti e al definitivo stralcio di cava Castagnaro dal suddetto piano, invitando, nella casa comunale, i vertici della Regione e della Provincia: il governatore Caldoro, l’assessore all’ambiente dellla Regione, Romano, il presidente della provincia Cesaro e l’assessore all’ambiente della provincia, Caliendo, insieme al Cammissario straordinario per l’individuazione e apertura delle discariche, Vardè, e agli altri sindaci dell’area flegrea.

AREA SMISTAMENTO –  “E’ ora che le istituzioni facciano la loro parte: noi abbiamo individuato anche due zone per un sito di smistamento del multimateriale e stiamo attendendo i pareri della SAPNA, così come ci hanno suggerito Caldoro e Cesaro. Chiediamo lo stralcio della Cava del Castagnaro dal piano regionale e, soprattutto, auspichiamo una maggior collaborazione tra gli enti sovracomunali ed i comuni su decisioni così delicate” – ha spiegato Giarrusso che ieri ha “incassato” la solidarietà del Cardinale Sepe, che a margine di una celebrazione a Pianura ha condiviso le perplessità sull’apertura di un’ennesima discarica in zona flegrea.

LAVORI –  Intanto la nuova Giunta, insediatasi la settimana scorsa, ha rimesso in moto la macchina amministrativa.
“Sono ripresi i lavori in via Campana ad angolo di via Marmolito dove è in fase di realizzazione il nuovo progetto che prevede una rotatoria in un incrocio davvero pericoloso; nei giorni scorsi è stato realizzato un primo lavoro di asfaltatura sullo spazio che poi ospiterà la rotonda mentre i lavori in un altro tratto di via Campana, quello ad angolo con via Masullo, sono terminati” – fa sapere l’assessore ai lavori pubblici, Valentina Del Prete.

CS