QUARTO –  Con un’ apposita ordinanza, il Sindaco di Quarto, Massimo Carandente Giarrusso, ha dato un input importante al nuovo piano di raccolta differenziata che, partito alcuni mesi fa sul territorio, ha quasi raggiunto tutte le arterie della città. Un atto che è l’immediata e logica conseguenza del nuovo piano industriale raccolta differenziata, approvato in consiglio comunale lo scorso 30 marzo e che inizierà ad avere i suoi effetti dal prossimo 23 aprile.  «Si tratta di un nuovo sistema integrato di gestione dei rifiuti che andrà a migliorare la qualità della raccolta contribuendo anche a diminuire la quantità di rifiuti indifferenziati da confluire in discarica; questo piano attualmente è valido solo per le utenze che già sono inserite nei sei stralci sin qui approvati ma si estenderà progressivamente ogni qualvolta raggiungeremo le altre strade comunali» – ha spiegato il primo cittadino.

AMPLIARE IL “PORTA A PORTA” –  Il nuovo sistema di raccolta differenziata prevede un ampliamento della fase di raccolta “porta a porta”: solamente il vetro, gli indumenti usati e gli oli esausti saranno ancora conferiti negli appositi contenitori già istallati sulle strade cittadine. La raccolta porta a porta interesserà: la frazione umida ritirata lunedì-mercoledì-venerdì dalle 21 alle 24 , il tal quale – secco indifferenziato ritirato il martedì e il sabato dalle 21 alle 24, la carta, il cartone e la frazione multi materiale(plastica, alluminio e ferro) ritirati il giovedì dalle 21 alle 24. Il Comune di Quarto si è impegnato a fornire agli utenti non solo i cassonetti( già pervenuti nelle abitazioni raggiunte dal “Piano”) ma anche le buste a sacco bianche e azzurre semitrasparenti nel quale riporre i vari rifiuti.

MULTE SALATE –  Nell’ordinanza si prevedono sanzioni per chi viola le norme di conferimento stabilite (da un minimo di 25 ad un massimo di 500 euro).  «Dobbiamo puntare a raggiungere in breve tempo un’alta percentuale di raccolta differenziata e diventare un comune virtuoso: solo così potremo continuare la nostra battaglia sul fronte discarica. È intenzione di questa amministrazione raggiungere entro pochi mesi tutto il territorio così da eliminare definitivamente i cassonetti per strada ed avere finalmente un sistema di raccolta “porta a porta” globale; il mio impegno è totale e mi auguro che lo sia anche quello dei cittadini: devono aiutarci a fare una corretta raccolta segnalando anche gli eventuali abusi»– ha chiarito Giarrusso.

CS