QUARTO – Preoccupano non poco le condizioni in cui si trova la vasca di raccolte delle acque piovane di via Cuccaro, di nuovo colma di fango e ad occhio già impossibilitata ad assolvere ulteriormente la propria funzione. Le abbondanti piogge delle ultime ore e quelle previste per i prossimi giorni, non fanno ben sperare.

MANUTENZIONE SOTTO ACCUSA – Il livello di acqua e terreno non “assorbiti” è ben visibile. In altre parole, alle ortiche finirebbero i lavori di pulizia effettuati l’estate scorsa da parte della Regione, organo competente sui canali e le vasche della città. Senza manutenzione periodica, dunque, continuano a ricrearsi da anni le condizioni che poi hanno portato puntualmente al riempimento della vasca. Dall’Ufficio Tecnico del Comune fanno sapere che nelle prossime ore sarà effettuato un sopralluogo per monitorare la vasca.

OPERE MAI REALIZZATE – Tutto ciò mentre restano nel cassetto oramai dal 2015 i tre progetti per il rifacimento di canali e vasche in tre diversi punti della città, per un valore totale di poco più di 2 milioni di euro. Si tratta di fondi Rendis (Repertorio nazionale degli interventi per la difesa del suolo) per la messa in sicurezza della stessa vasca Cuccaro e di quelle Crocillo e Caselanno.

CHIUSA VIA PENDINE – Resta chiusa, infine, via Pendine dopo la caduta di alcuni massi. La polizia locale di Marano (Comune  amministrativamente competente) ha disposto il divieto di accesso in entrambe le direzioni.