Concetta Aprile

QUARTO – Concetta Aprile è candidata a sindaco di Quarto. “Meetup#Quarto 3.0” è la lista a suo sostegno. A lei abbiamo rivolto tre domande oltre a un appello al voto.

Quali sono i motivi alla base della sua candidatura? Penso che sono l’unica in grado di affrontare il mandato con coerenza, l’ho dimostrato lavorando per il territorio da quando mi sono dimessa fino a ad oggi. Questa si chiama coerenza ed è ciò che non ho riscontrato negli altri.

Quali sono i punti fondamentali del suo programma? Gestire l’ordinario in modo impeccabile, i cittadini richiedono a gran voce la pulizia delle strade, l’illuminazione, le scuole più sicure. Non si riesce da circa 40 anni ad avere un ordinario e la quotidianità che
sia decente, quello che loro semplicemente chiedono. Noi gestiremo l’ordinario in modo impeccabile ed avremo una città finalmente pulita ed efficiente a costo zero, poiché noi queste spese le facciamo ma non sono gestite bene. 

In caso di elezione a sindaco che interventi vorrebbe mettere in campo nei primi 100 giorni di amministrazione? L’efficientamento di tutti i servizi ordinari, mettere mano alle tariffe idriche, alla Tari e il restyling della piazza: oltretutto quella fontana fino a poco tempo fa rappresentava era un danno erariale. Tutti i nostri sforzi nei primi 100 giorni saranno per dare un ordinario impeccabile, l’illuminazione in tutta Quarto, strade riparate in modo costante e continuo, il monitoraggio delle scuole e conseguente manutenzione e l’efficientamento della spazzatura che veramente manca. 

Che appello vuole lanciare ai cittadini di Quarto per convincerli a votarla? L’appello ai cittadini è quello di votare me e la mia lista perché ho dimostrato contrariamente agli altri di interessarmi realmente al territorio, basta scorrere la nostra pagina meetup#Quarto3.0 per rendersene conto. Sono anni che ci occupiamo del territorio con
denunce, proposte, iniziative, c’è tutto sulla nostra pagina. Votate la coerenza e votate chi vi ha dato la dimostrazione di fare fatti e non chiacchiere.