QUARTO – Erano quasi pronti a festeggiare l’arrivo di quasi 300mila euro dopo anni di attesa, ma per una dimenticanza del valore di pochi spiccioli dovranno ancora attendere. Protagonisti dell’assurda vicenda sono i componenti di una famiglia residente a Quarto che dopo i danni ad una loro proprietà dovuti a infiltrazioni, aveva fatto causa al Comune.

CAUSA VINTA CONTRO IL COMUNE – Il 17 dicembre del 2010 il Tribunale di Napoli, più precisamente la sede distaccata di Pozzuoli, emette il verdetto: l’ente dovrà pagare a favore dei danneggiati circa 280mila euro oltre gli interessi, Iva e spese di consulenza. Via De Nicola non si oppone a quanto deciso, ma non fa nulla affinché il pagamento venga effettuato. Dopo otto anni la vicenda finisce davanti al Tar, a cui i ricorrenti chiedono che la sentenza del Tribunale di Napoli venga rispettata dal Comune di Quarto.

L’INCREDIBILE DIMENTICANZA – Ed invece arriva la doccia fredda. I giudici, infatti, si accorgono che al ricorso non è stata allegata la cartolina di ricevimento. Una dimenticanza di pochi euro, una banalità che farà slittare ulteriormente il pagamento dei danni da parte di via De Nicola.