QUARTO – Il consiglio comunale è stato ufficialmente sciolto. A firmare il decreto è stato il Presidente della Repubblica Sergio Mattarella. Dunque, dopo la sospensione dello scorso 5 febbraio, l’emiciclo di piazzale Europa rinnovato il 31 maggio del 2015, è definitivamente “archiviato”.

LA RELAZIONE DEL MINISTRO MINNITI – A relazionare al Capo dello Stato, come da prassi, è stato il ministro degli Interni: «Per effetto delle dimissioni dei consiglieri, succedutesi nel tempo, il consiglio comunale si è ridotto a dieci componenti, determinando l’ipotesi dissolutoria dell’organo elettivo impossibilitato, per mancanza del quorum legale, ad assumere alcuna delibera».

SI TORNA ALLE URNE – Cadute dunque le ultime timidissime speranze che alcuni ancora nutrivano circa un eventuale ripristino del consiglio, ricorrendo alle surroghe. Non resta che attendere l’indizione delle prossime elezioni, la cui data potrebbe essere quella del 27 maggio o del 3 giugno.