Un momento del convegno tenutosi a Quarto

QUARTO – Il Partito Democratico di Quarto e dell’area flegrea si mobilita per dire con fermezza «no» alla camorra e ai tentativi dei clan di condizionare la vita sociale, economica e politica della cittadina con la loro ingerenza criminale.

AL CONVEGNO, al quale hanno assistito un centinaio tra iscritti e simpatizzanti del Pd, esponenti dell’associazionismo e delle altre forze politiche del centrosinistra, tenutosi presso la parrocchia Gesù Divino Maestro hanno partecipato Francesco Dinacci, coordinatore del Pd di Quarto e membro della segreteria regionale del partito, Vincenzo Figliolia, coordinatore Pd Area Flegrea, la senatrice Teresa Armato, componente Commissione parlamentare Antimafia e il responsabile nazionale Giustizia del Pd e commissario provinciale, Andrea Orlando.

“E’ IMPORTANTE coinvolgere cittadini e associazioni nella battaglia per la legalità, come condizione indispensabile per lo sviluppo e per la crescita economica e occupazionale di questo territorio – ha detto Francesco Dinacci – Per questo chiediamo un gesto eloquente e chiaro da parte dell’amministrazione comunale Giarrusso, invitandola a costituirsi parte civile nei processi contro la camorra”

La sala gremita

VINCENZO FIGLIOLIA, in qualità di coordinatore flegreo del Pd, ha sostenuto, inoltre che “bisogna fare grande attenzione per evitare speculazioni rispetto ai grandi investimenti che interessano Pozzuoli e i Campi flegrei e che potrebbero attirare forze oscure e illegali. Per questo servono amministrazioni comunali serie, che dicano chiaramente no a qualsiasi forma di condizionamento o penetrazione malavitosa”.

LA SENATRICE TERESA AMATO, membro della Commissione Antimafia, ha chiesto invece al ministro dell’Interno Maroni l’invio al Comune di Quarto di una commissione di accesso agli atti amministrativi. “Per i gravissimi fatti avvenuti a Quarto già nel corso della campagna elettorale, quando furono arrestati due candidati di centrodestra al consiglio comunale, ho chiesto al ministro dell’Interno Roberto Maroni di conoscere quali atti di propria competenza intenda adottare, con la massima urgenza – ha detto la Armato – per appurare che le istituzioni della città siano estranee a collusioni con organizzazioni criminali. Ho chiesto, poi, al ministro se non ritenga doveroso, utile e urgente, attivarsi con iniziative per verificare se sussistono gli estremi per inviare una Commissione di accesso al Comune di Quarto”.

L’ONOREVOLE ANDREA ORLANDO (Responsabile Nazionale Giustizia Pd) ha, invece, richiamato «l’importanza della proposta del PD di Quarto sulla necessità che, contro l’aggressività della organizzazioni criminali anche nel Comune flegreo, l’Amministrazione comunale si impegni a costituirsi parte civile nei processi di camorra».

“PER VINCERE LA BATTAGLIA contro la camorra – ha aggiunto Orlando – servono partiti forti ed organizzati. Per questo, combattiamo clientelismo e trasformismo e intendiamo costruire una presenza viva in tutti i territori con la battaglia delle idee e la passione delle giovani generazioni, insomma con un partito fortemente rinnovato. Dal centrodestra e dal Governo, in questi anni, sono venuti tentativi di indebolire questa battaglia, come dimostra la legge sulle intercettazioni. Il Partito Democratico è contro la camorra perchè la camorra è il suo avversario politico da battere nelle nostra città”.

FRANCESCO DINACCI – Coordinatore Pd Quarto