La Consulta Giovani è stata attivissima nella lotta per la difesa del Castagnaro

QUARTO – Il Comitato contro la discarica del Castagnaro entra con forza sul tema “sgombero Consulta Giovani”. Lo fa in maniera chiara e senza troppi giri di parole invitando non solo il Commissario del Comune Flegreo a sospendere tutte le operazioni di sgombero dei locali occupati dalla Consulta Giovani, ma anche l’intera cittadinanza a partecipare alla manifestazione prevista per domani (mercoledì 22 maggio).

IL COMUNICATO STAMPA – La posizione del Comitato è stata racchiusa in un comunicato stampa di cui riportiamo i passaggi più significativi.  “…In un clima come questo, dove tutto sembra ed è nella mani della camorra, valorizzare, potenziare e difendere le pochissime realtà sociali e territoriali ancora valide, non solo è un dovere morale, ma costituisce un presupposto imprescindibile per una ripresa civile di Quarto. Il Comune anziché muoversi su questa linea ed investire le poche risorse a disposizione per tutelare coloro che vogliono una società scevra dal cancro della malavita, si adopera per dare esecuzione al provvedimento di sgombero della Consulta, organo istituzionale e centro di aggregazione di moltissimi giovani che, a prescindere dagli orientamenti politici, si sono sempre adoperati per salvaguardare il territorio flegreo e creare occasioni di partecipazione “pulita” alla vita pubblica…Lasciare senza una sede coloro che si sono distinti per la tenacia con cui hanno da sempre respinto la malavita organizzata significa agevolare quest’ultima e facilitarne l’estensione. I giovani rappresentano l’anima di cambiamento di questo paese: privarli di un luogo attraverso cui aggregarsi equivale a negar loro ogni possibilità sia di espressione che di fattiva collaborazione. Invitiamo il commissario del Comune di Quarto a sospendere ogni iniziativa di sgombero dei locali e ad attivarsi per trovare una nuova sede anche interloquendo con la Consulta. Invitiamo tutte le forze politiche e sociali, tutti i cittadini a partecipare alla manifestazione indetta dalla Consulta per mercoledì 22 maggio per dare forza e voce ai giovani che hanno diritto ad una nuova sede.”

UNA POSIZIONE CHIARA – Parole chiare quelle del Comitato che lasciano poco spazio all’interpretazione. Difesa a spada tratta per la Consulta Giovani che è stata parte integrante del Comitato nella lotta in difesa del territorio dal pericolo della discarica.

ALESSANDRO DE LUCA