QUARTO – E’ ufficiale: Donatella Alessi non è più assessore. Le sue dimissioni sono state accettate dal sindaco Rosa Capuozzo, accompagnate da una lettera in cui vengono esposte le motivazioni che hanno portato l’avvocato a dire addio all’esecutivo. Il contenuto non è stato reso pubblico per volontà di entrambe. Il primo cittadino ha però rilasciato un laconico commento: “Fine del rapporto fiduciario”.

DELEGA DELLA DISCORDIA? – Dunque, confermate le indiscrezioni di 24 ore fa. La Alessi era entrata a far parte della giunta fin dal momento della nascita dell’esecutivo targato Capuozzo, nell’estate del 2015, con deleghe agli Affari generali, Affari legali e Personale. Quest’ultima, però, era tornata nelle mani del sindaco nel marzo scorso e non si esclude che proprio questo “passaggio”possa in qualche modo aver influito nella rottura tra la Capuozzo e la Alessi.

I PRECEDENTI ADDII – E’ il quinto assessore a lasciare l’incarico. Nell’ottobre del 2015 iniziò la “serie” Raffaella Iovine (Cultura) Nel dicembre dello stesso anno, nel pieno del caos riguadagnante il “caso Quarto”, fu Umberto Masullo a salutare tutti: aveva l’importantissima delega al Bilancio. Pochi giorni dopo toccò a Tullio Ciarlone con delega all’Urbanistica. Si fecero attendere a lungo, invece, le dimissioni dell’assessore alla Pubblica istruzione e Politiche sociali Francesco Pisano, più volte “minacciate” ma poi puntualmente rientrate. Fino al luglio dell’anno scorso, quando l’insegnante protocollò la propria lettera di commiato.