Il boss Polverino in manette

QUARTO – Centotrenta arresti tra Italia e Spagna per traffico di droga. E’ questo il risultato del maxi-blitz da parte dei carabinieri e la “Guardia civil” che ha colpito clan Polverino, egemone nell’hinterland napoletano. Tra le circa 130 persone arrestate c’è anche un ex consigliere comunale del Partito Democratico: si tratta di Gennaro Principe, ex consigliere comunale a Quarto, che non sarebbe l’unico nome eccellente. Tra i destinatari dei provvedimenti restrittivi figurano anche alcuni politici, ex amministratori dell’hinterland flegreo, già coinvolti in indagini giudiziarie precedenti le cui posizioni erano attualmente in via di definizione. Tra gli arrestati anche due esponenti delle forze dell’ordine in servizio a Napoli.

CONSIGLIERE EX PD IN MANETTE – L’arresto di Principe è arrivato nell’ambito di un’operazione congiunta carabinieri-Guardia civil sui traffici illeciti gestiti dal clan camorristico dei Polverino, attivo in numerosi quartieri del capoluogo campano e con diversi interessi economici non solo in Italia, ma anche all’estero. Il blitz, coordinato dalla Procura antimafia partenopea, ha portato a una trentina di arresti nelle province iberiche di Malaga, Cadiz, Alicante, Valencia, Terragona e Castellon e a un centinaio di provvedimenti cautelari eseguiti dai militari dell’Arma soprattutto in Campania. I reati contestati agli indagati, secondo quanto si apprende, sono traffico di stupefacenti e associazione per delinquere di stampo camorristico.