QUARTO – I carabinieri del Nucleo investigativo di Castello di Cisterna hanno dato esecuzione a dieci ordinanze di custodia cautelare nei comuni dell’hinterland a Nord di Napoli traendo in arresto dieci indagati ritenuti elementi di spicco dei clan camorristici degli “Orlando” e “Nuvoletta-Lubrano” ritenuti responsabili a vario titolo di associazione di tipo mafioso e di estorsione aggravata da finalità mafiose.

GLI ARRESTI DI APRILE – L’indagine è il proseguimento delle attività, coordinate dalla Direzione Distrettuale Antimafia partenopea, che lo scorso 18 aprile portò a 33 provvedimenti cautelari, alla fine di giugno a un sequestro di beni per circa 10 milioni di euro e, ieri, alla scoperta dell’arsenale del clan: 4 Kalashnikov, una mitragliatrice, un fucile, 3 semiautomatiche e circa 600 cartucce trovati nel garage di un incensurato 22enne. Durante ulteriori indagini sono state accertate estorsioni messe in atto da elementi del clan ai danni di imprenditori edili e numerosi episodi di “recupero credito” attuati con condotte estorsive.